5 consigli pratici per far ripartire la tua agenzia viaggio!

Nov 26, 2020 | Marketing | 0 commenti

21 Febbraio 2020… la data che nessun agente di viaggio, consulente e tour operator potrà mai dimenticare.

Il nostro 2020 è terminato quel giorno, finito ancora prima di iniziare.
Da quel giorno in poi hai avuto solo cancellazioni, riprotezioni, disservizi e soprattutto bruciato migliaia di euro già incassati o che avresti dovuto fatturare nei mesi successivi.

Cosa hai fatto per meritarti tutto questo?

Assolutamente nulla, anzi il 2020 era iniziato alla grandissima, ma se fai questo lavoro da qualche anno, sai bene come dietro ad un settore bellissimo ci sia un mondo fragilissimo e ciclicamente situazioni di questo tipo si ripresentano puntuali.
Sai bene di cosa parliamo, ti è già successo in passato e ti capiterà anche in futuro (speriamo non nelle stesse forme).
Questo è il tuo mondo, ne devi essere consapevole, ma se come noi ne sei innamorato e non ne puoi fare a meno, devi attrezzarti e farti trovare pronto, non puoi soccombere o sparire di scena ad ogni soffio di vento contrario.

Ma cosa puoi fare quando ti trovi a combattere la battaglia più importante e più difficile della tua carriera professionale?

Qua non parliamo più di clienti perditempo o di concorrenti sleali, che erano le tue battaglie quotidiane e che oggi forse ti mancano pure, ma ti sei ritrovato da un giorno all’altro nel pieno della più grande guerra che ti poteva capitare, la peggiore che il turismo ricordi dalla sua nascita.
Una guerra impari che ti ha trovato impreparato e sconfitto in partenza tanto grande il nemico.
Ti sei trovato in poco tempo disorientato, impaurito, soffocato, inerme e per chi come te combatte e lotta ogni giorno era inconcepibile soccombere in questa battaglia senza far nulla.

Solo a distanza di mesi da quella data vediamo più lucidamente quanto è accaduto.

Ci sono cose in questo lavoro, che non puoi prevedere, ci sono, capitano e capiteranno di nuovo se la tua volontà è quella di continuare a lavorare in questo mondo, ma hai bisogno di costruirti un’armatura, una strategia per poterle fronteggiare grandi o piccole che siano, per prenderne il meglio di quello che ti possono offrire, altrimenti ogni volta sarai spazzato via.

E’ necessario cambiare visione, vedere le cose in maniera diversa, se il nemico è troppo grande e non puoi sconfiggerlo devi sfruttare al massimo quello che ti concede fare.
Se ripensiamo a tutti questi mesi vediamo anche quanto di buono ci abbia portato questa pausa forzata, fatta di momenti che non ci eravamo mai presi, da dedicare alla formazione, al cambiamento professionale e personale.
Piano piano siamo tornati a fare quello che più ci piaceva, ma in maniera diversa, perché la routine quotidiana spesso ti impedisce di cambiare e nel caos di questi mesi abbiamo rimesso in discussione tutto il nostro lavoro.

Ci tengo a precisare che mai per un secondo abbiamo pensato di mollare quello che avevamo costruito in questi anni e ora ci sentiamo più forti, più preparati, più pronti quando questo grande incubo finirà rispetto a quelli che eravamo a Febbraio .

Questo periodo ti ha tolto tanto in termini di guadagni, ma ti ha donato qualcosa di inestimabile che non hai mai avuto così in abbondanza come ora… il tempo.

Quello che è successo ha solo ingigantito e messo alla luce i problemi che già avevi, magari se non ci fosse stato saresti andato avanti per la tua solita strada… ma con quale futuro?
Il tempo che ci è stato regalato invece è stato fondamentale per il riassesto della nostra attività e fidati non ne avrai più così in abbondanza quando tutto sarà finito.

Come hai trascorso questo tempo?

  • Hai analizzato i tuoi punti di forza che saranno i primi dai quali dovrai ripartire?
  • Hai analizzato i tuoi punti di debolezza che saranno quelli sui quali tenerti alla larga?
  • Hai capito quali sono state in questi anni le tue carenze che non ti hanno fatto fare il salto che volevi?
  • Hai analizzato quello che fanno i tuoi concorrenti?
  • Hai analizzato i loro punti di forza/debolezza?

Se invece hai perso solo del tempo in questi mesi, prendendotela con il virus, la crisi, il governo, hai giocato molto male questo regalo che ti è stato concesso, ma non tutto è perduto…

… hai di fronte ancora qualche mese dove potrai prenderti cura della tua attività, facendo quelle cose che non hai mai fatto o hai sempre rimandato per pigrizia, incapacità, scuse e quindi spero che in questo articolo tu possa trovare dei validi spunti per la tua ripartenza.


Ecco il mio regalo…

I 5 consigli utili da mettere subito in pratica e sui quali iniziare a studiare la tua ripresa già da domani:

1) Concentrati su uno, massimo due prodotti ad alta redditività, nei quali puoi offrire una consulenza da esperto

Perché è necessario puntare su prodotti ad alta redditività?

  • Perché ci sono già sul mercato dei player imbattibili per chi cerca soluzioni a buon mercato e quindi saresti sconfitto in partenza
  • Perché oggi più che mai hai bisogno di allungare il più possibile il ciclo di vita del tuo cliente e quali sono le persone che meritano il tuo tempo anche nel dopo vendita?
  • Perché oggi i nuovi contatti costano ed è necessario generare nuove richieste e nuovi contatti attraverso coloro che hai già acquisito… ma più vendite o trattative di un certo tipo avrai fatto, più clienti o contatti di quel tipo avrai acquisito e più potenziali clienti affini ai primi potrai ricevere.

Perché è necessario offrire una consulenza da esperto?

  • Perché senza consulenza non si vende
  • Perché essere un esperto è lo step minimo per essere presente nel mercato moderno
  • Perché prima di comprare un prodotto (di cui oggi il mercato è pieno) i clienti comprano te!

2) Identifica le caratteristiche del tuo cliente ideale per capire chi effettivamente merita il tuo tempo

Se ci sono milioni di persone che viaggiano in tutto il mondo, non vuol dire che tutte quelle persone debbano viaggiare con te o siano per te potenziali clienti.
Non devi aiutare tutti coloro che viaggiano, ma una categoria ben definita che rientra nei parametri che tu cerchi e che tu sei in grado di soddisfare.
Inizia quindi a creare il tuo “avatar” rispondendo a queste semplici domande:

  • DOVE compra i suoi viaggi? 
  • COME organizza i suoi viaggi? 
  • QUALI sicurezze deve avere a livello economico e temporale?
  • QUALI problemi/preoccupazioni deve riscontrare nell’organizzazione dei suoi viaggi?
  • QUALI caratteristiche deve avere? 

3) Costruisci un’offerta esclusiva, irresistibile che faccia leva su un bisogno rilevante per il tuo cliente e che sia diversa rispetto a quella della concorrenza

Tutti quanti oggi compriamo offerte, che non vuol dire una proposta di un catalogo scontata, ma un’insieme di servizi che rende quel pacchetto unico, irrinunciabile, talmente accattivante da rendere impossibile non acquistarlo.
L’offerta deve essere costruita non sulle tue preferenze (se non coincidono con quelle del cliente), ma su un bisogno forte del cliente (che magari in più occasioni ha fatto emergere) e soprattutto deve essere diversa dalla concorrenza… per quale motivo?

  • Per non allinearti a quello che il mercato offre
  • Per non finire dentro ad un’altra guerra, che è quella del prezzo 
  • Per non dare la possibilità al tuo potenziale cliente di arrivare da te sempre e solo in modalità confronto e di conseguenza fare l’unica scelta possibile, cioè quella del prezzo più basso

4) Comunica con il tuo cliente sfruttando i canali dove è più presente, cercando di differenziarti dai tuoi concorrenti nel messaggio e nel modo di comunicare

Cambia il tuo modo di comunicazione che non può essere più quello di 10 o 20 anni fa.
I canali che hai a disposizione sono aumentati e devi essere presente in quelli che frequenta il tuo cliente “target”, che in precedenza hai costruito e di conseguenza conosci.
Sforzati di cambiare, esci dai tuoi schemi, se necessario vai contro ai tuoi principi e non copiare quello che fanno gli altri, magari prendine spunto, ma rimodella tutto sulla base della tua persona, del tuo modo di comunicare e del tuo prodotto.

5) Pianifica i tuoi investimenti e ottimizza i processi per capire cosa e dove migliorare

Crea dei tuoi piani previsionali, stabilisci i tuoi obiettivi, definisci la tua strategia e poi ogni 90 giorni fermati, confronta se quello che hai stabilito corrisponde a quanto ottenuto… questo vuol dire fare impresa cioè controllare ogni singolo euro che entra ed esce dalla tua attività e solo in questo modo puoi rendere scalabile e profittevole nel tempo il tuo business.
Se non conosci i tuoi numeri non hai futuro, perché navigherai a vista.


Spero che questi 5 punti ti servano come punto di partenza per la tua rinascita, per sfruttare al massimo quella ricchezza invisibile che per anni hai perseguito e mai come in questo periodo ne hai in abbondanza, cioè il tempo.


Se hai trovato utile questo articolo ti invito a condividerlo il più possibile perché potrebbe aiutare anche altri colleghi che stanno vivendo la tua stessa situazione.

Se hai piacere confrontarti su uno dei 5 punti ti invito a lasciare un tuo commento sotto.

Se vuoi approfondire la nostra conoscenza ti invito ad iscriverti al nostro gruppo privato e ti lascio sotto i nostri contatti utili:

Web: https://travelagentacademy.it/
Mail: info@travelagentacademy.it

Pagina FB 
Profilo IG

5 1 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments